REGIONE MOLISE
XII Legislatura
Consiglio Regionale
Seduta del 31 luglio 2018Deliberazione n° 79 ex verbale n. 11/2018
Convalida degli eletti.

Oggetto n.

85
Presidenza del Presidente Salvatore Micone
Consiglieri Segretari
Filomena Calenda e Vittorio Nola
L'anno 2018, il giorno 31 del mese di luglio, si è riunito il Consiglio Regionale presso la sede di Via IV Novembre n° 87 in Campobasso, a seguito di convocazione n° 6893 del 06/28/2018 e successivi aggiornamenti.
Componenti del Consiglio regionale nell'esercizio delle funzioni
Consiglieri regionali
Calenda FilomenaFontana ValerioPrimiani Angelo
Cefaratti GianlucaGreco AndreaRomagnuolo Aida
D'Egidio ArmandinoManzo PatriziaRomagnuolo Nicola Eugenio
De Chirico FabioMatteo PaolaScarabeo Masimiliano
Di Lucente AndreaMicone SalvatoreScuncio Eleonora
Facciolla VIttorinoNola VittorioTedeschi Antonio
Fanelli MicaelaPallante Quintino Vincenzo
Presidente della Giunta regionale
Toma Donato
Assessori in carica

Cavaliere NicolaCotugno VincenzoDi Baggio Roberto
Niro Vincenzo
Assessore, non consigliere regionale, in carica

Mazzuto Luigi
    Assiste il Dirigente: Pasquale Iammarino
IL CONSIGLIO REGIONALE

VISTI gli articoli 22 e 69, comma 3, dello Statuto;

VISTI gli articoli da 9 a 15 del Regolamento interno dell’Assemblea;

VISTO l’articolo 8 del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235;

VISTI gli articoli 14 e 15 della legge regionale 5 dicembre 2017, n. 20;

UDITO il Presidente, il quale ricorda all’Assemblea che:


UDITO il Presidente della Commissione per la verifica delle condizioni di eleggibilità, consigliere Nicola E. Romagnuolo, che dà lettura della relazione e della proposta all’Assemblea, come di seguito riportate:
La Commissione ha quindi esaminato distintamente le posizioni dei proclamati eletti consiglieri D’Egidio, Di Lucente, Fanelli, Primiani e Niro, l’ultimo dei quali risulta nominato assessore e pertanto sospeso dalla carica di consigliere ai sensi dell'articolo 15 della legge regionale n. 20/2017.

In relazione al consigliere Armandino D’EGIDIO:

il consigliere, successivamente alla dichiarazione presentata ex articolo 11 del regolamento interno, dalla quale non risultava alcuna causa di incandidabilità, di ineleggibilità o incompatibilità, ha trasmesso una nota con la quale ha comunicato che, per mero errore materiale nella compilazione della dichiarazione di stato, non aveva dichiarato la causa di incompatibilità che lo riguardava - carica di sindaco del comune di San Polo Matese - e, contestualmente, ha trasmesso copia della deliberazione n. 10 del 28 maggio 2018 con la quale il Consiglio comunale di San Polo Matese lo ha dichiarato decaduto dalla carica di Sindaco del suddetto comune ai sensi e per gli effetti degli articoli 65, comma 1, e 69 del decreto legislativo 267/2000. La Commissione, nel prendere atto della rimozione della causa di incompatibilità prevista dall’articolo 4, primo comma, della legge 23 aprile 1981, n. 154, all’unanimità, ha deliberato di proporre al Consiglio regionale la convalida della elezione del consigliere D’EGIDIO Armandino.

In relazione al consigliere Andrea DI LUCENTE:

il consigliere ha dichiarato di ricoprire la carica di sindaco del comune di Vastogirardi. Con successiva nota ha comunicato la decadenza dalla carica di sindaco del suddetto Comune allegando la deliberazione del Consiglio comunale di Vastogirardi n. 16 del 15/5/2018, la propria dichiarazione di optare per la carica di consigliere regionale e la deliberazione del Consiglio comunale di Vastogirardi n. 17 del 26/5/2018 avente ad oggetto “Dichiarazione di decadenza del sindaco del comune di Vastogirardi a seguito di elezione alla carica di consigliere regionale della Regione Molise ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 65 e 69 D.lgs n. 267 – 2000. Determinazioni”. Esaminata la documentazione, la Commissione, nel prendere atto della rimozione della causa di incompatibilità prevista dall’articolo 4, primo comma, della legge 23 aprile 1981, n. 154, all’unanimità, ha delibera di proporre al Consiglio regionale la convalida della elezione del consigliere Andrea Di Lucente.

In relazione al consigliere Micaela FANELLI:

il consigliere ha dichiarato di ricoprire la carica di sindaco del comune di Riccia. Con PEC in data 5 luglio 2018, il Comune di Riccia, per il tramite del suo Segretario generale, ha fatto pervenire la deliberazione del Consiglio comunale n. 17 del 4 luglio 2018, con la quale viene dichiarata “decaduta dalla carica di Sindaco di Riccia la dott.ssa Micaela Fanelli, eletta quale Consigliere regionale del Molise in data 22 aprile 2018, ricorrendo la causa di incompatibilità prevista dall’art. 65, comma 1, del Testo Unico Enti Locali, approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267…”. Esaminata la documentazione, la Commissione, nel prendere atto della rimozione della causa di incompatibilità prevista dall’articolo 4, primo comma, della legge 23 aprile 1981, n. 154, all’unanimità, ha deliberato di proporre al Consiglio regionale la convalida dell’elezione del consigliere Micaela Fanelli.

In relazione al consigliere Angelo PRIMIANI:

il consigliere ha dichiarato, come causa di incompatibilità, la pendenza di lite dinanzi al TAR contro l’amministrazione regionale, precisando di aver depositato la rinuncia al ricorso. Con successiva PEC, il consigliere ha fatto pervenire copia del decreto presidenziale della prima sezione del TAR Molise, n. 32/2018 del 28/5/2018, che dichiara l’estinzione del ricorso per rinuncia solo per il ricorrente Angelo Primiani. Esaminata la documentazione, la Commissione, nel prendere atto della rimozione della causa di incompatibilità prevista dall’articolo 3, primo comma, n. 4), della legge 23 aprile 1981, n. 154, all’unanimità, ha deliberato di proporre al Consiglio regionale la convalida della elezione del consigliere Angelo Primiani.

In relazione al consigliere Vincenzo NIRO:

il Servizio risorse umane e Organizzazione del lavoro della Regione Molise ha fatto pervenire la determinazione dirigenziale n. 945 del 19/3/2018 ad oggetto “Art. 2 della legge 23 aprile 1981, n. 154 e ss.mm.ii. Aspettativa senza assegni per la candidatura a consigliere regionale alle prossime elezioni del 22 aprile 2018, per il rinnovo del Consiglio regionale del Molise. Dipendente dott. Vincenzo Niro”. Esaminata la documentazione, la Commissione, nel prende atto della rimozione della causa di ineleggibilità prevista dall’articolo 2, primo comma, n. 7), della legge 23 aprile 1981, n. 154, nei termini previsti dall’articolo 2, terzo comma, della legge 154/1981 (cessazione dalle funzioni non oltre il giorno fissato per la presentazione delle candidature), all'unanimità, ha delibera di proporre al Consiglio regionale la convalida della elezione del consigliere Vincenzo Niro, attualmente sospeso dalle funzioni di consigliere per essere stato nominato componente della Giunta regionale.

In esito alle operazioni collegiali sopra descritte, si propone all’Assemblea di convalidare:

ATTESO che il Presidente, udita la relazione, propone A maggioranza dei voti espressi per alzata di mano dai componenti il Consiglio presenti in Aula, con l’astensione dei consiglieri Greco, De Chirico, Primiani, Manzo, Fontana, Nola, Facciolla e Fanelli,
DELIBERA
[Per quanto non riportato si rimanda al resoconto agli atti]




Letto e approvato, viene sottoscritto come in appresso:


Il Presidente

del Consiglio Regionale

Salvatore Micone

Consiglieri Segretari

Filomena Calenda e Vittorio Nola

Il Dirigente

Pasquale Iammarino