REGIONE MOLISE
XI Legislatura
Consiglio Regionale
Seduta del 21 febbraio 2017Deliberazione n° 33 ex verbale n. 6/2017
Richiesta del Presidente della Giunta regionale, ai sensi dell’articolo 42, comma 2, dello Statuto, di iscrizione all’ordine del giorno della seduta immediatamente successiva della Proposta di legge regionale n. 136, di iniziativa della Giunta regionale, concernente “Disposizioni in materia di risorse idriche della Regione Molise”.

Oggetto

n. 892
Presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno
Consiglieri Segretari
Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco
L'anno 2017, il giorno 21 del mese di febbraio, si è riunito il Consiglio Regionale presso la sede di Via IV Novembre n° 87 in Campobasso, a seguito di convocazione n° 1817 del 02/15/2017 .
Consiglieri regionali nell'esercizio delle funzioni
Cavaliere NicolaFederico AntonioMonaco Filippo
Ciocca SalvatoreFusco Perrella AngiolinaNiro Vincenzo
Cotugno VincenzoIoffredi DomenicoParpiglia Carmelo
di Laura Frattura PaoloIorio Angelo MichelePetraroia Michele
Di Nunzio DomenicoLattanzio NunziataSabusco Giuseppe
Di Pietro CristianoManzo PatriziaScarabeo Massimiliano
Facciolla VittorinoMicone SalvatoreTotaro Francesco
Assessori, non consiglieri regionali, in carica

Nagni PierpaoloCarlo Veneziale
    Assiste il Dirigente: Pasquale Iammarino

IL CONSIGLIO REGIONALE

Il Presidente della Giunta regionale chiede l'iscrizione all'ordine del giorno della seduta consiliare successiva alla richiesta stessa, a norma dell'articolo 42 dello Statuto, della proposta di legge regionale, di iniziativa della Giunta regionale, concernente "Disposizioni in materia di risorse idriche della Regione Molise".

Seguono interventi:

- del consigliere Totaro, che si dichiara contrario e chiede votazione dell'Assemblea sulla richiesta;

- del Presidente, il quale chiarisce che la fattispecie procedurale evocata non richiede l'espressione di voto dell'Assemblea ma determina soltanto diretto coinvolgimento dei poteri presidenziali;

- nuovamente del consigliere Totaro, che, ravvisando il caso come privo di precedenti, esprime timore di svilimento della funzione delle commissioni consiliari;

- del consigliere Niro, che ammonisce circa la creazione di un precedente che possa danneggiare il libero esercizio dell'ufficio di consigliere nelle commissioni e, con l'occasione, segnala l'esistenza di casi analoghi di lunga giacenza di provvedimenti normativi all'esame della Prima Commissione consiliare permanente (Regolamento interno di funzionamento dell'Assemblea, PDL sul Consiglio delle autonomie locali, proposte concernenti la legge elettorale regionale), rispetto ai quali chiede la pari applicazione dell'articolo 42, comma 2, dello Statuto;

- del Presidente e nuovamente del consigliere Niro, che interloquiscono circa la verifica di fattibilità sulla pari applicazione dell'articolo 42, comma 2, dello Statuto al caso concernente il Regolamento interno di funzionamento dell'Assemblea;

- del consigliere Iorio, che dichiara di non opporsi all'iscrizione richiesta dal Presidente della Giunta regionale, ma a condizione che siano assicurati a tutti i consiglieri i tempi congrui per lo studio degli atti;

- del consigliere Ciocca, che lamenta difficoltà per le commissioni consiliari nell'esitazione delle relazioni dovute a non convergenza di posizioni tra componenti della maggioranza ed invita a maggiore senso di responsabilità istituzionale;

- del consigliere Federico e del Presidente, che interloquiscono sulla versione del provvedimento normativo che sarebbe sottoposta alla trattazione in Assemblea, se quella del proponente o quella già provvisoriamente modificata dalle Commissioni Prima e Terza in sede di esame in comune;

- nuovamente del consigliere Federico, che esplicita le ragioni della sua condotta in sede di esame del provvedimento in commissione, replicando ad osservazioni del consigliere Ciocca;

- del consigliere Di Nunzio, il quale, nella qualità di Presidente del collegio transitorio formato da Prima e Terza Commissione, in sessione comune, chiarisce che il collegio medesimo, nell'ultima seduta, non è stato posto in condizione di deliberare per mancanza del numero legale al momento della votazione;

- del Presidente della Giunta regionale, che, nel commentare contenuti ed effetti dell'articolo 42 dello Statuto, fornisce informazioni circa le circostanze di urgenza che lo hanno indotto a formulare la richiesta di iscrizione.

Terminata la discussione, il Presidente sospende i lavori alle ore 14:58 e ne aggiorna la ripresa pomeridiana alle ore 16:30.

Il Presidente riapre i lavori alle ore 17:01 e comunica che il Presidente della Giunta regionale non vi parteciperà per impegni istituzionali.



[Per quanto non riportato si rimanda al resoconto agli atti]




Letto e approvato, viene sottoscritto come in appresso:


Il Presidente

del Consiglio Regionale

Vincenzo Cotugno

Consiglieri Segretari

Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco

Il Dirigente

Pasquale Iammarino