REGIONE MOLISE
XI Legislatura
Consiglio Regionale
Seduta del 20 gennaio 2018Deliberazione n° 8 ex verbale n. 2/2018
Proposta di legge regionale n. 214, di iniziativa della Giunta regionale, concernente “Disposizioni collegate alla manovra di bilancio 2018 – 2020 in materia di entrate e spese. Modificazioni e integrazioni di leggi regionali”. Approvazione Ordine del Giorno collegato concernente “Inclusione ed integrazione dei profughi e dei rifugiati in Molise”.

Oggetto n.

1069
Presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno
Consiglieri Segretari
Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco
L'anno 2018, il giorno 20 del mese di gennaio, si è riunito il Consiglio Regionale presso la sede di Via IV Novembre n° 87 in Campobasso, a seguito di convocazione n° 297 del 01/09/2018 e successivo aggiornamento.
Consiglieri regionali nell'esercizio delle funzioni
Cavaliere NicolaFederico AntonioMonaco Filippo
Ciocca SalvatoreFusco Perrella AngiolinaNiro Vincenzo
Cotugno VincenzoIoffredi DomenicoParpiglia Carmelo
di Laura Frattura PaoloIorio Angelo MichelePetraroia Michele
Di Nunzio DomenicoLattanzio NunziataSabusco Giuseppe
Di Pietro CristianoManzo PatriziaScarabeo Massimiliano
Facciolla VittorinoMicone SalvatoreTotaro Francesco
Assessori, non consiglieri regionali, in carica

Nagni PierpaoloCarlo Veneziale
    Assiste il Dirigente: Pasquale Iammarino
IL CONSIGLIO REGIONALE


VISTA la proposta di legge regionale n. 214, di iniziativa della Giunta regionale, concernente “Disposizioni collegate alla manovra di bilancio 2018 – 2020 in materia di entrate e spese. Modificazioni e integrazioni di leggi regionali” [ogg. n. 1060];

UDITO il Presidente che comunica che, nella seduta del 16 gennaio 2018, sono pervenuti numero 25 emendamenti, di cui uno a firma del Consigliere Di Pietro, cinque a firma del Consigliere Ciocca, cinque a firma del Consigliere Niro, uno a firma del Consigliere Di Nunzio, uno a firma dei Consiglieri Niro e Fusco Perrella, uno a firma del Consigliere Ioffredi più altri dodici, uno a firma del Consigliere Facciolla, sei a firma del Presidente della Giunta regionale e del Consigliere Facciolla, due a firma del Consigliere Micone e due a firma dei Consiglieri Manzo e Federico. È altresì pervenuto un Ordine del Giorno collegato a firma del consigliera Petraroia. I predetti emendamenti, sono stati numerati e inviati, via posta elettronica, a tutti i componenti dell'Assemblea in data 17 gennaio 2018, così pure l'Ordine del Giorno collegato. Nell'odierna seduta sono pervenuti altresì tre ulteriori emendamenti, nonché 17 subemendamenti, che sono stati ordinati e distribuiti;

ATTESO che la seduta è sospesa dalle ore 13:09 alle ore 16:08;

ATTESO che il Presidente apre la discussione generale e, non risultando iscritti a parlare, introduce l'esame dell'Ordine del Giorno collegato;

VISTO l’Ordine del Giorno, a firma del consigliere Petraroia, collegato all'approvazione della legge regionale “Disposizioni collegate alla manovra di bilancio 2018 – 2020 in materia di entrate e spese. Modificazioni e integrazioni di leggi regionali”, concernente “Inclusione ed integrazione dei profughi e dei rifugiati in Molise”;

UDITO l'intervento del consigliere Petraroia, che ne illustra il contenuto e le finalità;

UDITO l'intervento del consigliere Ciocca, che annuncia voto favorevole;

UDITO l'intervento del consigliere Iorio che preannuncia la sua astensione, illustrandone i motivi;

UDITO il Presidente della Giunta regionale che, nel condividere le finalità dell'Ordine del Giorno, annuncia voto favorevole, anche a nome della parte politica di sua appartenenza;

UDITI i seguenti interventi in sede di dichiarazioni di voto:
UDITO l'intervento del Presidente della Giunta regionale che richiama i contenuti dell'Ordine del Giorno ed invita alla loro attenta considerazione;

a maggioranza dei voti espressi per alzata di mano dai consiglieri presenti in Aula, con l'astensione dei consiglieri Lattanzio, Scarabeo, Cavaliere, Iorio e Sabusco,
DELIBERA

di approvare il seguente Ordine del Giorno collegato:

"IL CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE


Premesso che al 31.12.2017 in Molise si registrava la presenza di oltre 13mila immigrati regolari, di cui n. 1760 titolari d’impresa, n. 8890 occupati e assicurati all'INAIL e n. 2000 alunni e studenti;


considerato che sempre al 31.12.2017 le prefettura di Campobasso e di Isernia avevano confermato bandi pubblici di accoglienza straordinaria per n. 2250 posti in provincia di Campobasso e per n. 1200 posti in provincia di Isernia, che sommandosi ai n. 600 immigrati accolti nei progetti triennali per profughi e rifugiati denominati SPRAR, determinavano una presenza complessiva di 4mila cittadini stranieri;


tenuto conto che il Molise sconta un costante calo demografico nel 90% dei propri comuni con tratti allarmanti per il 30% degli stessi che rischiano di estinguersi nell'arco di qualche decennio se non si interviene con politiche mirate, incentivi, potenziamento dei servizi pubblici e con misure straordinarie tese a sostenere lo sviluppo locale delle aree rurali, interne e montane;


acquisito che i 17mila cittadini stranieri residenti in Molise hanno parzialmente limitato il fenomeno dello spopolamento inserendosi proficuamente nelle comunità locali, nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, della zootecnia, della ristorazione, delle imprese di pulimento e nei servizi domestici e di cura degli anziani e dei disabili;


acquisito inoltre che, grazie all’iscrizione nelle scuole dell’obbligo e negli Istituti Scolastici Superiori dei 2mila alunni e studenti stranieri, è stato possibile salvaguardare la costituzione di classi e la permanenza di diverse scuole nel territorio regionale;


accertato che il flusso dell’accoglienza SPRAR per i profughi e rifugiati e quello legato alla gestione straordinaria dell’emergenza migranti hanno generato 800 posti di lavoro tra operatori, assistenti sociali, psicologi, mediatori culturali, interpreti e personale tecnico, amministrativo e di servizio, con un fatturato annuo pari a 43milioni di euro che ha contribuito a sostenere imprese, attività di produzione e circuiti economici locali;


verificata l’opportunità di incentivare il passaggio dall’accoglienza straordinaria al Sistema SPRAR con progetti triennali incardinati su piccoli numeri diffusi in più comuni possibili ed il successivo passaggio dall’inclusione sociale all’integrazione socio-economica e professionale nel tessuto produttivo regionale di competenze, energie e disponibilità di minori non accompagnati, di giovani e di famiglie di cittadini stranieri;
IMPEGNA

il Presidente della Giunta e la Giunta Regionale a promuovere, di concerto con il Ministero dell’Interno, con il Ministero del Lavoro, con i Comuni, con le Associazioni Umanitarie, le Istituzioni Scolastiche, gli Ordini Professionali, i Sindacati, le Organizzazioni Imprenditoriali ed il mondo del volontariato, un Progetto di inclusione ed integrazione sociale dei profughi e rifugiati in Molise pianificando interventi a sostegno di politiche formative, di qualificazione professionale, abitative e di inserimento lavorativo a partire dalle aree interne e montane, dalle comunità locali, dai settori produttivi e dagli ambiti di attività in cui si avverte maggior carenza di figure specifiche e di disponibilità lavorativa."

[Per quanto non riportato si rimanda al resoconto agli atti]




Letto e approvato, viene sottoscritto come in appresso:


Il Presidente

del Consiglio Regionale

Vincenzo Cotugno

Consiglieri Segretari

Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco

Il Dirigente

Pasquale Iammarino