REGIONE MOLISE
XI Legislatura
Consiglio Regionale
Seduta del 28 luglio 2017Deliberazione n° 150 ex verbale n. 20/2017
Mozione ad oggetto “Isola ecologica sita nel Comune di Castel San Vincenzo”. Approvazione.

Oggetto n.

955
Presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno
Consiglieri Segretari
Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco
L'anno 2017, il giorno 28 del mese di luglio, si è riunito il Consiglio Regionale presso la sede di Via IV Novembre n° 87 in Campobasso, a seguito di convocazione n° 7539 del 07/06/2017 e successivi aggiornamenti.
Consiglieri regionali nell'esercizio delle funzioni
Cavaliere NicolaFederico AntonioMonaco Filippo
Ciocca SalvatoreFusco Perrella AngiolinaNiro Vincenzo
Cotugno VincenzoIoffredi DomenicoParpiglia Carmelo
di Laura Frattura PaoloIorio Angelo MichelePetraroia Michele
Di Nunzio DomenicoLattanzio NunziataSabusco Giuseppe
Di Pietro CristianoManzo PatriziaScarabeo Massimiliano
Facciolla VittorinoMicone SalvatoreTotaro Francesco
Assessori, non consiglieri regionali, in carica

Nagni PierpaoloCarlo Veneziale
    Assiste il Dirigente: Pasquale Iammarino

IL CONSIGLIO REGIONALE


VISTA la mozione, a firma dei consiglieri Manzo e Federico, ad oggetto "Isola ecologica sita nel Comune di Catel San Vincenzo" [ogg. n. 955];

UDITO il consigliere Manzo che ne illustra contenuto e finalità;


all'unanimità dei voti espressi per alzata di mano dai consiglieri presenti in Aula,
DELIBERA

di approvare la seguente mozione:
"IL CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE

Premesso che

la tutela del paesaggio e degli ecosistemi è un obiettivo costante nella programmazione e gestione delle risorse regionali e comunitarie;

il diritto alla tutela dell’ambiente va inteso come diritto circoscritto al rapporto strettamente interdipendente tra uomo, ambiente e salute e si ricava dal combinato disposto degli artt. 2, 3, 9 e 32, 1° comma, della Costituzione. Questi principi devono necessariamente orientare le scelte programmatiche del legislatore regionale chiamato ad un crescente ruolo di tutore dei diritti suindicati;

nella provincia di Isernia ci sono 5 paesi il cui territorio ricade all’interno del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise: Castel San Vincenzo, Filignano, Pizzone, Rocchetta al Volturno e Scapoli; territori dallo straordinario pregio naturalistico e ambientale.

Viste

la determinazione del direttore generale n. 199 del 25.03.2016 avente ad oggetto: concessione del finanziamento per la “realizzazione isole ecologiche, soggetto attuatore: Comune di Castel San Vincenzo, localizzazione: comuni di Castel San Vincenzo, Cerro al Volturno e Scapoli, importo complessivo progetto: euro 209.239,8, importo finanziamento risorse fsc: euro 198.379,79, importo del cofinanziamento ente attuatore: euro 7.839,00, di cui € 2.684,25 a carico del comune di Castel san Vincenzo, € 2.712,55 a carico del comune di Cerro al Volturno, € 2.442,20 a carico del comune di Scapoli, importo ulteriore cofinanziamento ente attuatore: euro 3.021,0, cup: d27h14000900006”;

la determinazione dirigenziale n. 3991 del 24.08.2016 del Servizio Centrale unica di Committenza avente ad oggetto l'aggiudicazione con procedura negoziata per l'esecuzione lavori pubblici di "realizzazione dei centri per raccolta rifiuti in modo differenziato nei comuni di Castel San Vincenzo, Cerro al Volturno e Scapoli".
Attesa

la durata della concessione regolata dal Disciplinare di concessione del finanziamento stabilita in 20 mesi decorrenti dalla data di avvenuta notifica della determinazione del direttore generale n. 199 del 25-03-2016.
Rilevato che

la zona individuata dal Comune di Castel San Vincenzo per la realizzazione dell’isola ecologica insiste nelle immediate vicinanze dell’invaso di proprietà dell’Enel, in un'area pre-parco;

nell’Autorizzazione paesaggistica n. 160012/is rilasciata al Comune dal Servizio regionale Pianificazione e Gestione Territoriale e Paesaggistica e nelle indicazioni riportate nella Relazione Tecnica Illustrativa n. 150433a del 02/10/2015 viene riportato che “Gli interventi ricadono in zona PPE2 del Piano Territoriale Paesistico Ambientale di Area Vasta n.7 (Mainarde e Valle dell'Alto Volturno) ove per la categoria d'uso infrastrutturale si applica la modalità di trasformazione da sottoporre a VA (percettiva, produttivo agricolo, naturalistico).” Nell'elaborato Integrazione alla Relazione Paesaggistica viene riportato inoltre che "le aree....sono già utilizzate per la raccolta dei beni durevoli, ne consegue che gli interventi da realizzare consistono nella mera rifunzionalizzazione , ripristino e adeguamento dei siti alle normative regionali";

il MIBACT, nella sua nota prot. 885/2016, nel caso del Comune di Cerro al Volturno, invita l’Amministrazione Comunale a considerare lo spostamento in altro sito per la vicinanza dell’isola ecologica al Convento che “per il notevole interesse storico-culturale che riveste deve necessariamente essere oggetto di tutela, sia sotto il profilo paesaggistico che archeologico”.
Fatto ulteriore rilievo che

l’ARPA Molise non è stata coinvolta dall’ente attuatore del progetto in una procedura di VA (Verifica di Assoggettabilità), per cui appare improcrastinabile svolgere un controllo minuzioso sulla congruità della documentazione prodotta da parte del Comune.
Considerate

la necessità di tutelare l’integrità di un’area di straordinario pregio naturalistico e ambientale come risulta essere quella sulla quale si vuole realizzare l’isola ecologica nel Comune di Castel San Vincenzo;

la necessità di tendere ad una gestione integrata dei servizi, con una crescente cooperazione da parte degli enti locali, che invece nel progetto finanziato appare frammentarsi, in contrapposizione a quanto sancito anche nella Legge Regionale n.1 del 27.01.2016 “Disciplina dell'esercizio associato delle funzioni e dei servizi comunali”;

la situazione, che richiede interventi immediati e rapidi e l’improcrastinabile esigenza di avviare un confronto tra i vari livelli istituzionali per trovare una soluzione differente.
CHIEDE

Al Presidente della Regione Molise:

- di verificare, insieme alle competenti strutture, le fasi autorizzative e la possibilità di prolungare i tempi della rendicontazione dei fondi assegnati;

- di avviare un tavolo tecnico di confronto con il Comune capofila del progetto, Castel San Vincenzo, e gli altri enti locali coinvolti, al fine di scongiurare la costruzione dell’isola ecologica nel punto già individuato, indicandone un altro o promuovendo una gestione associata del servizio al fine di addivenire alla realizzazione di un unico sito per il conseguimento degli obiettivi progettuali".

[Per quanto non riportato si rimanda al resoconto agli atti]




Letto e approvato, viene sottoscritto come in appresso:


Il Presidente

del Consiglio Regionale

Vincenzo Cotugno

Consiglieri Segretari

Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco

Il Dirigente

Pasquale Iammarino