REGIONE MOLISE
XI Legislatura
Consiglio Regionale
Seduta del 27 giugno 2017Deliberazione n░ 127 ex verbale n. 17/2017
Legge regionale concernente “Rideterminazione straordinaria della misura del contributo di cui all'articolo 43, comma 1-bis, della legge regionale 18 aprile 2014, n. 11 (Legge finanziaria regionale 2014)”. Approvazione [ogg. n. 963]. [approvazione di Ordine del Giorno collegato (ogg. n. 967)]

Oggetto n.

Presidenza del Presidente Vincenzo Cotugno
Consiglieri Segretari
Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco
L'anno 2017, il giorno 27 del mese di giugno, si Ŕ riunito il Consiglio Regionale presso la sede di Via IV Novembre n░ 87 in Campobasso, a seguito di convocazione n░ 6312 del 05/31/2017 e successivi aggiornamenti.
Consiglieri regionali nell'esercizio delle funzioni
Cavaliere NicolaFederico AntonioNiro Vincenzo
Ciocca SalvatoreFusco Perrella AngiolinaParpiglia Carmelo
Cotugno VincenzoIoffredi DomenicoPetraroia Michele
di Laura Frattura PaoloLattanzio NunziataRomagnuolo Nicola Eugenio
Di Nunzio DomenicoManzo PatriziaSabusco Giuseppe
Di Pietro CristianoMicone SalvatoreScarabeo Massimiliano
Facciolla VittorinoMonaco FilippoTotaro Francesco
Assessori, non consiglieri regionali, in carica

Nagni PierpaoloCarlo Veneziale
    Assiste il Dirigente: Pasquale Iammarino

CONSIGLIO REGIONALE


VISTA la proposta di legge regionale n. 189, di iniziativa della Giunta regionale, avente ad oggetto "Modifiche ed integrazioni all'art. 5 della L.R. n. 2 del 30 gennaio 2017 (Legge di stabilitÓ regionale 2017)";

ATTESO che la Prima Commissione Consiliare permanente, nella seduta del 19 giugno 2017, ha espresso parere - n. 90 - favorevole all'approvazione della proposta di legge regionale n. 189, con titolo modificato in “Rideterminazione straordinaria della misura del contributo di cui all'articolo 43,
comma 1-bis, della legge regionale 18 aprile 2014, n. 11 (Legge finanziaria regionale 2014)”, nel testo emendato che, allegato al parere, dello stesso costituisce parte integrante e sostanziale;

UDITA la relazione svolta dal consigliere Di Pietro;

UDITO il Presidente che annuncia la presentazione di un Ordine del giorno collegato a firma del consigliere Niro;

UDITI i seguenti interventi svolti in sede di discussione generale:
[nel corso dell'intervento del consigliere Fusco Perrella, alle ore 15:17 assume la presidenza il Vicepresidente Monaco] [nel corso dell'intervento del consigliere Niro, alle ore 15:24 assume nuovamente la presidenza il Presidente Cotugno]
ATTESO che l'esame dell'articolato si Ŕ svolto come segue:
ATTESO che l'Ordine del giorno collegato all'approvazione della legge in votazione, giÓ illustrato dal presentatore consigliere Niro, posto in votazione Ŕ approvato all'unanimitÓ nel seguente testo:
"Il Consiglio regionale
Premesso che

- con la legge di stabilitÓ 2013 n. 228 (legge 24 dicembre 2012 – articolo 1, comma 301) Ŕ stato istituito il Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale (FNTPL), anche ferroviario, nelle Regioni a Statuto ordinario, alimentato da una quota di compartecipazione al gettito derivante dalle accise sul gasolio per autotrazione e sulla benzina e dalle risorse stanziate ai sensi dell’articolo 21, comma 3 del decreto-legge n. 98/2011, convertito, con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111 e s.m.i., ivi comprese quelle di cui all’articolo 30, comma 3, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214;
- con successivo D.P.C.M. del 11 marzo 2013 sono stati definiti i criteri e le modalitÓ da seguire per la ripartizione del Fondo in oggetto. In particolare all'art. 2 veniva disposto che le somme stanziate fossero suddivise annualmente tra le Regioni per il 90% sulla base di percentuali indicate nella Tabella I allegata al medesimo decreto e per il residuo 10% in base alle medesime percentuali ma subordinatamente alla verifica del raggiungimento di specifici obiettivi di efficientamento e razionalizzazione del servizio di trasporto pubblico locale indicati nel successivo articolo 3 (quali ad esempio offerta di servizio pi¨ idonea; progressivo incremento del rapporto tra ricavi da traffico e costi operativi; definizione di livelli occupazionali appropriati, eccetera). La suddetta tabella che ha definito le percentuali di attribuzioni del FNTPL alle Regioni a Statuto ordinario Ŕ stata determinata principalmente sulla base della cosiddetta “spesa storica”. Da tale tabella risultava assegnata alla Regione Molise una percentuale di FNTPL pari allo 0,71 per cento;
- il citato D.P.C.M., sempre all’art. 2, disponeva inoltre che il 60% delle risorse in questione fosse ripartito ed erogato annualmente alle Regioni a titolo di anticipazione, sulla base delle percentuali individuate nel medesimo decreto, mentre il saldo del restante 40%, al netto di eventuali riduzioni conseguenti al mancato raggiungimento degli obiettivi, fosse erogato su base mensile a decorrere dal mese di agosto di ciascun anno;

Considerato che

- il DPCM del 11 marzo 2013 sopra richiamato, specificava all’art. 4, che le percentuali di ripartizione di cui alla Tabella I fossero rideterminate con cadenza triennale, a partire dalla data di entrata in vigore del decreto stesso, sulla base dei dati relativi al trasporto ed economici acquisiti ed elaborati dall'Osservatorio nazionale per il trasporto pubblico locale e che, in fase di prima applicazione, le medesime percentuali, per i soli anni 2014 e 2015, fossero adeguate annualmente su proposta della Conferenza delle Regioni e Province autonome, previa intesa in sede di Conferenza unificata;

Dato atto che

- gli indicatori attualmente utilizzati per la determinazione della ripartizione del fondo hanno di fatto determinato una chiara ed inequivocabile disparitÓ di trattamento tra le Regioni ordinarie nella ripartizione delle risorse statali, disparitÓ che non sarebbe comunque colmata anche in presenza di processi di efficientamento attivati con esito positivo;

Evidenziato infine che

- nella distribuzione percentuale nazionale del fondo, il Molise Ŕ collocato all'ultimo posto;

tutto ci˛ premesso e considerato


IMPEGNA IL PRESIDENTE E LA GIUNTA REGIONALE

ad attivarsi presso tutte le sedi istituzionali competenti per addivenire, in tempi rapidi, ad una revisione dei criteri di riparto del Fondo nazionale del TPL, superando le modalitÓ attuali a favore di parametri pi¨ rispondenti alle caratteristiche del nostro territorio e alle effettive esigenze di mobilitÓ dei cittadini, senza generare disparitÓ di trattamento tra le Regioni";


UDITE le dichiarazioni di voto finali svolte dai consiglieri:

a maggioranza dei voti espressi per alzata di mano dai consiglieri presenti in Aula, con l'astensione dei consiglieri Iorio, Sabusco, Fusco Perrella, Federico e Manzo,
DELIBERA

di approvare la seguente legge regionale:

"Rideterminazione straordinaria della misura del contributo di cui all’articolo 43, comma 1-bis, della legge regionale 18 aprile 2014, n. 11 (Legge finanziaria regionale 2014)”.



[Per quanto non riportato si rimanda al resoconto agli atti]




Letto e approvato, viene sottoscritto come in appresso:


Il Presidente

del Consiglio Regionale

Vincenzo Cotugno

Consiglieri Segretari

Carmelo Parpiglia e Giuseppe Sabusco

Il Dirigente

Pasquale Iammarino